Costruire la community: presente e futuro del LUG

Life logs 5 Replies

Probabilmente verrò linciato da qualche fondamentalista dello staff che pensa che questa sia una bacheca per annunci e nulla più; in realtà non lo è. È un blog, e come tale va mantenuto, aggiornato, per raccontare alla gente quello che succede all’ìnterno dell’organizzazione e all’interno della neonata community del Linux User Group il quale, da un po’ di tempo, è particolarmente attivo.

Nonostante le pallide speranze di veder nascere una realtà di questo tipo proprio a Tor Vergata infatti, le conseguenze delle nostre azioni sono state lette in una chiave più ampia addirittura dai professori della facoltà di Ingegneria, i quali per molteplici argomenti e compiti ci hanno dato una grossa mano; adesso siamo in piedi, camminiamo da soli come ogni brava creatura, e non siamo più un blob informe privo di organizzazione. Detto questo infatti, un mio plauso particolare va al nostro Pierpaolo, che sta facendo un grossissimo lavoro di project management per far andare tutte le cose al loro posto (lo prometto, prima o poi ti pagheremo una bolletta del telefono :D); anche gli altri sarebbero degni di menzione, ma se stessi a sciorinare l’elenco di tutti quelli che hanno contribuito alla nascita di questa organizzazione ormai solida staremmo freschi. Diciamo che nomino Pierpaolo per nominare tutti. 😉

 E ora?

E ora comincia la parte veramente difficile. Stiamo infatti facendoci venire qualche idea per tutto quello che avevamo intenzione di fare e che, ahimè, non abbiamo il tempo di seguire. In ogni caso, il nostro focus principale è quello di costruire una community: andare a scavare quindi nell’animo di tutte quelle persone smaliziate e non, per far capire come funziona Linux e perchè non devi aspettarti che installandolo sul tuo computer contestualmente tenti di uccidere tua nonna, o il cane, o rubare la macchina del caffè. In seconda battuta, poi, potresti addirittura condividere la conoscenza che hai acquisito con altri. Meraviglioso, stupefacente. C’è già chi lo fa, o stiamo parlando della solita stanza vuota? Assolutamente no: il nostro gruppo su Facebook (ahimè in barba ai cultori di alternative totalmente libere, ma la conversazione a quanto pare nasce li) conta una mole di iscritti impressionante, con un numero di nuovi thread ogni giorno che per una comunità ai primi passi risulta quasi impressionante.

Il prossimo passo quindi qual’è? Per adesso la conversazione che generiamo resta ancorata al gruppo Facebook, o alle varie mailing list per i vari compiti organizzativi. Talvolta su Google+ ci si impegna. Il nostro prossimo obiettivo (o almeno il mio, poi gli altri confermeranno) è espandere la conversazione attraverso molteplici flussi comunicativi. Faje sentì ‘a presenza, come dicono a Roma, insomma. 😉

Il bello di questa sfida è facile a trovarsi: non si finisce mai di costruire una comunità, perchè per qualcuno che viene formato all’interno, qualcun altro abbandona, anche se magari solo momentaneamente, e qualche altro individuo ancora si unisce. Senza fine.

Obiettivo Linux Day

Stiamo guardando a Ottobre per il Linux Day. È un obiettivo importante, un grosso passo, e lo organizzeremo coi bravi di LS-LUG qui a Tor Vergata; la soddisfazione nel vedere due realtà, una storica come quella di La Sapienza, e una simil-neonata come la nostra, dialogare come tra pari, è stata veramente immensa. Cercheremo quindi di impegnarci affinchè questo Linux Day organizzato da noi con la loro cooperazione sia il miglior evento mai visto riguardo Linux nell’area romana. Perchè alla fine la community serve a dare sfogo alle proprie passioni, a presentare conclusioni.

E senza quagliare, la community è fine a se stessa.

Salud.

5 thoughts on “Costruire la community: presente e futuro del LUG

  1. Caterpillar

    L’anno scorso avevo organizzato un Linux Day per conto mio ma quelli di http://www.linuxday.it/ non si sono neanche degnati di rispondere alla mia e-mail attraverso il quale chiedevo di mettere l’evento nella mappa

  2. Bob

    Dal coordinamento Linux Day nazionale i migliori auguri per l’iniziativa: lo scorso anno abbiamo sentito la mancanza di un evento nella capitale, ma confido che nel 2012 recuperiate e con gli interessi 😉
    Per supporto di qualsiasi tipo e genere, mandatemi una mail!

  3. Spierpa

    Le mie telefonate sarebbero nulle se dall’altra parte del telefono non trovassi gente sempre pronta a motivarsi e a motivarmi. Il grazie va a tutti voi! Enjoy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *