Facebook sì, Facebook no: cosa fa il colosso con i nostri dati

Articoli, Eventi 1 Reply

(Partecipa all’evento su Facebook cliccando qui! )

Facebook precipita in borsa, celebrità ed innovatori invitano il pubblico alla cancellazione dei loro account, accuse al fondatore e CEO del colosso social: i fatti di cronaca riguardanti Facebook e la società Cambridge Analytica hanno invaso media e web nelle ultime settimane e ogni giorno sembrano emergere nuovi sviluppi.

Cambridge Analytica è una società di marketing, specializzata nel raccogliere dati dai social network, elaborati poi da modelli e algoritmi per creare profili di ogni utente, usati poi per fini politici e commerciali.

Tramite l’applicazione “thisisyourdigitallife” di Aleksandr Kogan, Cambridge Analytica è riuscita ad ottenere i dati non solo di chi si era volontariamente iscritto all’app (circa 270mila persone) bensì anche degli amici di quest’ultimi (circa 50 milioni di persone, salite nei giorni scorsi ad 80 milioni), chiara violazione dei termini d’uso di Facebook.

Molti affermano che il successo elettorale di Trump o della Brexit è dovuto anche lavoro di Cambridge Analytica. Riuscire ad orientarsi in un mondo dove il dato ha assunto
una tale importanza strategica viene da molti reputata una priorità.

Interverranno:

Alberto Berretti, docente universitario presso l’Ateneo.
Arturo Filastò, founder e sviluppatore presso OONI, progetto open source che si occupa di monitorare la censura Internet nel mondo.
Claudio Agosti, ideatore e direttore del progetto open-source Facebook.tracking.exposed, iniziativa collaborativa per l’analisi della logica black box di Facebook ed il suo algoritmo.

One thought on “Facebook sì, Facebook no: cosa fa il colosso con i nostri dati

  1. Claudio Agosti

    Condivido qui del materiale che userò (o menzionerò) durante il pomeriggio:
    https://facebook.tracking.exposed è il sito del progetto

    Questi due piccoli pezzi che parlano dell’analisi dell’algoritmo:
    https://medium.com/@trackingexposed/the-iron-bubble-or-how-the-facebook-algorithm-insulates-fascists-from-reality-d36739b0758b
    https://medium.com/@trackingexposed/preventing-the-next-cambridge-analytica-s-78345f9834ff

    Il giorno dopo mi sposto a Perugia, al festival del giornalismo, per parlare più o meno dello stesso fenomeno:
    https://www.journalismfestival.com/speaker/claudio-agosti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *