Author Archives: Roma2LUG

GNU Octave 3.8.1

Documentazione Leave a reply

Nell’ultima release del più famoso programma open-source di analisi numerica è stata introdotta una GUI (Graphic User Interface) in versione beta che semplifica e rende l’utilizzo più semplice all’utente finale.

Sfortunatamente nei repository ufficiali delle maggiori distribuzioni GNU/Linux sono presenti solamente le vecchie versioni. Il problema verrà risolto nei prossimi mesi, infatti sia nella versione testing di Debian che nella prossima 14.04 LTS di Ubuntu è già presente l’ultima versione di Octave.

Nel frattempo ci pensa il Roma2LUG! Ci siamo occupati di compilare i sorgenti ufficiali dell’ultima versione e di creare un pacchetto .deb che potrete utilizzare sulle vostre distribuzioni Ubuntu 13.04 e 13.10. Potete trovare i pacchetti, compilati per le due architetture più diffuse, ai seguenti link:

Una volta effettuato il download, l’installazione è molto semplice, basterà aprire un terminale, recarsi nella directory dove è stato scaricato il pacchetto ed eseguire i seguenti comandi:

  • sudo dpkg -i octave_3.8.1-1_amd64.deb
  • sudo apt-get install -f

e rieseguire il comando

  • sudo dpkg -i octave_3.8.1-1_amd64.deb

Infine è necessario creare il link simbolico nella cartella /usr/local/bin

  • sudo ln -s /opt/octave3.8/bin/octave /usr/local/bin/octave3.8

A questo punto il nuovo Octave è stato installato, basterà farlo partire con il seguente comando per forzare l’utilizzo della nuova GUI

  • octave3.8 --force-gui

Se avete problemi, siete pigri o preferite essere seguiti dalla guida esperta di un nostro membro, siamo disponibili ad offrirvi tutto il supporto tecnico di cui disponiamo. Passate nella nostra auletta oppure prenotatevi compilando il seguente form.

Roma2LUG Incontra

Eventi Leave a reply

Il 2 Aprile 2014, il Roma2LUG, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ingegneria Informatica dell’Università di Roma Tor Vergata, terrà un incontro con alcune scolaresche dell’Istituto di Istruzione Superiore “Enzo Ferrari” di Roma. Durante la giornata, verrà presentata una panoramica che permetterà agli studenti di acquisire sensibilità nei confronti dei sistemi GNU/Linux, pietra angolare di tutte le più importanti realtà nel mondo dell’IT. Verrà presentata la scheda RaspberryPi e si mostrerà con quale facilità si possano installare i più disparati servizi utilizzando il sistema operativo GNU/Linux Raspbian.

raspberrypi

Riuscire a stimolare la curiosità degli studenti verso l’ecosistema dei sistemi Linux è la sfida per cui il LUG sta lavorando, ormai da diversi anni all’interno dell’Università, ottenendo risultati tangibili. Con questo evento si vogliono quindi ampliare i confini di questa sensibilizzazione verso le successive generazioni, prima ancora del loro inserimento nell’ambiente universitario. Ci auguriamo quindi che possano aver seguito altre giornate dedicate a temi così importanti, sperando che si possa trasmettere la stessa passione che il Roma2LUG mette in ogni singolo progetto.

 

Abstract dei talk

Why Linux?!
Daniele De Angelis e Alessio Biancalana

Nel talk si analizzeranno gli aspetti che rendono i sistemi operativi GNU/Linux al giorno d’oggi fondamentali sia nel mondo lavorativo che nella vita di tutti i giorni. Dopo una breve introduzione sui sistemi GNU/Linux, verranno evidenziati alcuni fra i più significativi esempi di utilizzo di questi sistemi; ci sarà una panoramica su come la rete Internet, i siti web più popolari e le organizzazioni internazionali utilizzino massivamente l’open source per i propri sistemi. Infine ci occuperemo di come ognuno di noi nella propria giornata interagisca con questi senza rendersene conto (per esempio, sistemi embedded, Android, etc… ). L’obiettivo del talk è sensibilizzare l’ascoltatore sulla necessità di conoscere e approfondire queste tecnologie, pietre angolari del nostro futuro.

RaspberryPi: il tuo media center personale
Gabriele Giagnoli e Stefano di Francescangelo

In questo talk saranno mostrate le potenzialità di una scheda elettronica RaspberryPi. Da una brevissima introduzione all’oggetto si arriverà tramite semplici passaggi all’utilizzo di alcuni programmi applicativi per la gestione di file audio/video, in locale e in streaming. In particolare verrà installato il sistema operativo GNU/Linux Raspbian, verranno brevemente introdotte le reti di calcolatori e sarà illustrato il protocollo SSH. Infine verrà presentata una configurazione minimale per ottenere un Media Center pienamente funzionante. Il principale obiettivo del talk è quello di fornire esempi pratici riguardo la gestione di dispositivi embedded controllabili da remoto e di fornire esempi di installazione di servizi di uso quotidiano.

8 Aprile 2014 – XPocalypse

Eventi 1 Reply

L’XPocalypse è vicina!

L’8 Aprile terminerà il supporto Microsoft per il sistema operativo Windows XP! Era forse questa la previsione dei Maya? C’entrano forse i templari? Gli alieni, dopo anni di studio dei nostri comportamenti, sono finalmente pronti all’invasione finale?

A questo non abbiamo risposte. Ma abbiamo una soluzione! Onde evitare che il tuo PC diventi un succulento banchetto per hacker o uno zombie nelle mani dei cybercriminali, vieni a trovarci in questa data. Salveremo il tuo computer dal cataclisma con una distro GNU/Linux: sempre aggiornata, supportata e sicura di fronte alle insidie della rete moderna!

Che aspetti! Ti aspettiamo nella nostra auletta il giorno 8 Aprile. Ti consiglieremo e ti aiuteremo ad installare una delle distribuzioni GNU/Linux, leggere e pratiche anche per PC datati.

Non far soccombere il tuo computer al XPocalypse!

 XPocalipse

Lezione su Buffer Overflow di Giulio Picierro

Articoli, Documentazione, Eventi Leave a reply

Qualche giorno fa, Giulio, nuovo componente del LUG, ha avuto la possibilità di tenere una lezione nella nostra università, sul Buffer Overflow nella programmazione software e come questo possa comportare problemi di sicurezza.

A fine divulgativo, pubblichiamo sul sito il suo materiale della lezione accompagnato da qualche suo appunto 🙂 Buona lettura!

Download

In un mondo in cui tutti siamo connessi con tutti e tutti cominciano a conservare i propri dati su Internet, la sicurezza informatica è sicuramente uno dei temi sentiti maggiormente, basti pensare al caso eclatante dell’NSA, la National Security Agency americana che ha destato scandalo in tutto il mondo per via di intercettazioni e spionaggio non solo di privati ma anche di industrie e capi di stato stranieri.

Mentre nella nostra università sono presenti 2-3 corsi dedicati interamente alla sicurezza di internet e più in generale delle reti, dalla crittografia antica a quella moderna, a mio parere si fa sentire la mancanza di un corso di sicurezza del software, che insegni come sviluppare codice sicuro, o che quantomeno possa illustrare quali siano stati gli errori del passato e come evitarli in futuro.

Proprio la scorsa settimana mi è stata data l’occasione di trattare un argomento, quello del buffer overflow, al corso di Fondamenti di Informatica tenuto dall’Ingegner Lorenzo Bracciale per le classi del primo anno di Ingegneria Elettronica e Ingegneria delle Tecnologie di Internet.

La lezione ha voluto mostrare come sia possibile sfruttare una possibile vulnerabilità derivante dal buffer overflow per eseguire codice arbitrario.

Allego le slides proiettate a lezione e il codice relativo, se trovate errori o inesattezze vi prego di comunicarmelo in maniera che vengano corretti. Sono ben accetti commenti e/o critiche.

Colgo l’occasione per ringraziare Lorenzo Bracciale per l’opportunità che mi ha dato di tenere una (anzi due) lezione all’università, che non è cosa di tutti i giorni per me.

Ringrazio inoltre tutti coloro che mi sono stati vicino e mi hanno sopportato durante questa esperienza.

Giulio

Anno nuovo, kernel nuovo!

Life logs Leave a reply

Come i più appassionati di voi ricorderanno, qualche mese fa sulla pagina Facebook del Roma2LUG è apparso il seguente post:

fb

 

Quello nella foto non è un semplice computer, ma l’attuale router che si occupa di gestire la rete all’interno dell’auletta del Roma2LUG. Nonostante questo compito sia già di vitale importanza per la vita quotidiana del nostro LUG, questo si occupa anche di ospitare alcuni servizi importanti, come il meccanismo di registrazione delle presenze, esposto in un precedente articolo.

Andandone a vedere le caratteristiche, si può notare come questo sia un vero pezzo di storia dell’informatica. La scheda madre su cui è montato è una Asus P2L97 (manual), che ospita un Intel Pentium II da 266 MHz ed è dotato di 312 Mb di memoria RAM. Essendo dedicato al reindirizzamento della rete, questo è stato fornito di due schede ethernet: una D-Link DFE-530TX ed una D-Link  DFE-528TX.

Risulta evidente che l’hardware in uso non è precisamente di ultima generazione e che, seppur dedicato semplicemente al compito di router e poco più, anche un’installazione minima di Debian 7 possa mettere a dura prova le risorse esigue.

Queste riflessioni sono state fatte anche all’interno del LUG e si è deciso di agire al fine di migliorare al massimo la situazione. E così, proprio ieri è stata approntata una modifica importante e decisiva: la compilazione di un kernel dedicato. Abbiamo recuperato dalla rete il sorgente del kernel 3.10.26 e facendo attenti test, verificando di includere tutti i moduli necessari al funzionamento base del pc, sono stati esclusi tutti gli extra evidentemente non utilizzati da hardware cosi datato e dalla configurazione attuale della macchina. C’è da sottolineare che allo stato attuale non esiste alcun modulo esterno, poiché tutti inclusi staticamente all’interno della nuova compilazione. Questo ha portato ad un kernel di poco più di 2.1 MiB.

Seppure questo traguardo risulti molto soddisfacente, non vogliamo fermarci. Il nostro obiettivo è aumentare ancora di più le prestazioni del pc, identificando solamente i moduli necessari alla configurazione attuale per ridurre la grandezza del kernel. Soglia dei 2 MiB ti oltrepasseremo!!

Se siete interessati, potete scaricare l’attuale configurazione dal repository GitHub corrispondente. Per ulteriori informazioni, non esitate a contattarci sui nostri canali!

Buone feste dal Roma2LUG

Articoli, Eventi Leave a reply

Buongiorno a tutti!

Con un leggero ritardo (solo qualche festività… facciamo 3), il Roma2LUG tutto vuole augurare a chi ci supporta un caloroso augurio di buone feste!

Purtroppo abbiamo perso l’occasione di farlo prima di Natale. Con molta probabilità eravamo tutti troppo ubriachi 😀drunk homer

Cerchiamo quindi di rimediare, augurandovi un buon anno! Un anno che speriamo porterà tante novità e sorprese.

Noi ci stiamo impegnando in questo! Come avrete notato dai passati articoli, stiamo cercando di sviluppare nuove idee e portare a completamento molti progetti.

Giusto per dare qualche assaggio, vorremmo dare uno sguardo a questo interessante progetto, Docker, utile per chi ha intenzione di creare container di sistema operativo, su server datati e poco performanti come quelli in nostro possesso. Inoltre vorremmo poter organizzare dei piccoli eventi, atti alla divulgazione di qualche nuova tecnologia, di tecniche di programmazione e di tutto quello che concerne il campo dell’ open source.

Quindi con questi fioretti, salutiamo il 2013 e auguriamo a noi e a voi un 2014 pieno di novità!

Moe: il nuovo sistema di segnalazione delle presenze in auletta

Documentazione Leave a reply

Come avrete notato, di recente è apparso un nuovo strumento sulla barra laterale del nostro sito che mostra chi è presente in auletta. Questo tool è stato pensato per permettere alle persone che necessitano di ricevere assistenza di sapere se c’è qualcuno disponibile ad aiutarlo. Il sistema di notifica è completamente automatizzato e fa parte del progetto del Roma2LUG denominato Moe. Il codice sorgente è distribuito liberamente su GitHub ed è raggiungibile a questo indirizzo. Di seguito vedremo come funziona.

L’idea alla base del progetto è stata quella di sfruttare qualcosa di personale che potesse essere tracciato ogni qualvolta un membro del LUG entrasse in auletta. Il MAC address si è rivelata la scelta migliore: tutti gli smartphone hanno un’interfaccia di rete wireless e per ogni interfaccia c’è un indirizzo MAC univoco che può essere collegato al possessore del telefono. Quando una scheda wireless fa il suo ingresso in una rete, a meno di configurazioni statiche, tenta di negoziare un nuovo indirizzo IP con il server DHCP; questa procedura richiede che il dispositivo invii il proprio MAC address al server e che questo lo associ all’IP che d’ora in avanti lo identificherà fino alla scadenza del lease time.

Continue reading

Kano, il PC in scatola di montaggio

Articoli Leave a reply

Sono passati poco più di vent’anni da quando i precursori dell’informatica cominciavano a pubblicizzare i primi personal computer. Bill Gates diceva: Nel futuro vedo un computer su ogni scrivania e uno in ogni casa”. Diceva bene! Allo stato attuale ogni casa ha almeno un computer, che sia fisso o portatile. Non è più uno status symbol, ma un elettrodomestico di cui difficilmente si può fare a meno. Si potrebbe pensare che ormai il boom del computer casalingo è passato, non si può più stupire il pubblico con qualche idea rivoluzionaria che coinvolga ancora questi apparecchi, e invece c’è chi ancora ci prova. L’evoluzione naturale dei computer sono gli embedded systems, che ultimamente stanno attirando sempre più curiosi. Cosa sono? Sono dei computer in miniatura, che stanno nel palmo della mano e sono composti da un’unica scheda elettronica. Siamo partiti con mini-computer del calibro di BeagleBoard, PandaBoard e pochi altri “prototipi” per arrivare ai giorni d’oggi con computer tascabili, potenti e funzionali che si presentano in tutte le forme e dimensioni come varianti di alcune correnti principali quali RaspberryPI, Cubox, CubieBoard e OLinuXino. Sicuramente quella che spicca di più è la Raspberry Pi, che ha fatto parlare di sé anche grazie a persone che ne hanno saputo dimostrare la reale potenza mettendo in piedi un vero e proprio cluster montato su un rack fatto di LEGO.

A proposito di LEGO, ciò che si sta cercando di fare è di insegnare anche ai più piccoli come ci si può divertire costruendo e assemblando un computer: Kano è un progetto tuttora attivo sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter che si propone di insegnare ai bambini come funziona un computer e scrivere programmi è divertente.

Continue reading

Nuovo sistema di prenotazione per assistenza

Comunicazioni Leave a reply

Come si dice “Anno nuovo, vita nuova!“. E siccome in un LUG un anno può essere considerato come il periodo di tempo fra un Linux Day ed un altro, abbiamo deciso di rispettare il detto introducendo alcune novità.

Essendo aumentata la richiesta di assistenza che il nostro LUG riceve, abbiamo deciso, onde evitare ingolfamenti e disservizi dati dall’eccessiva mole di lavoro, di organizzare un tipo di assistenza basata su prenotazioni. In poche parole, abbiamo preparato un modulo di prenotazione, raggiungibile su questo sito alla sezione “Prenotazione assistenza“, in cui, fornendoci pochi dati come nome, email, richiesta assistenza e volendo anche qualche data preferita, saremo in grado di schedulare il nostro intervento nel modo più celere e organizzato possibile.

In conclusione insomma: hai bisogno di un’installazione? Correzione di un problema? Oppure semplicemente di una copia fisica della tua distribuzione preferita? Prenotati e ti daremo un appuntamento nel più breve tempo possibile.

Spero che questo risulti utile a tutti quanti e che permetta quindi un miglioramento dei nostri servizi. Non mancate comunque di farci avere dei feedback, qualora ce ne sia bisogno!

Considerazioni post Linux Day

Life logs Leave a reply

Buongiorno a tutti.

Ben trovati in questa settimana post Linux Day. Spero che l’evento sia stato di vostro gradimento, che abbiate imparato qualche cosa dai nostri talk e che vi siate divertiti a condividere qualche discussione nell’ambito dell’open source con noi, con i nostri partner, con i nostri relatori e, perché no, anche fra di voi.
Quest’anno abbiamo potuto riscontrare una flessione delle presenze, da attribuirsi, pensiamo noi, a nostri errori organizzativi che vogliamo prontamente riparare e sistemare per il prossimo LD; come si dice “Sbagliando si impara” ed essendo noi un gruppo giovane abbiamo ancora molto da sbagliare 🙂
Nel totale con le nostre registrazioni abbiamo riscontrato un numero di 140 presenze e so di qualcuno di voi che ha preferito non registrarsi; tranquilli non porteremo rancore, ma lo diciamo per dimostrarvi che la nostra richiesta deriva puramente da fini statistici utili alle nostre organizzazioni future.

Vogliamo ringraziare tutti i relatori che ci hanno accompagnato in questa edizione, con un accenno speciale a chi ha voluto dare nuovamente il suo contributo dopo l’esperienza (spero positiva) dell’anno passato. C’è anche da ringraziare i nostri partner: i ragazzi del banchetto masterizzazioni e del banchetto Parallel Knoppix, che come l’anno scorso hanno condiviso i nostri sforzi nel cercare di fornire un evento comprendente tutte le iniziative possibili e quindi a soddisfare la maggior parte delle vostre richieste.

Quest’anno aggiungiamo nei ringraziamenti la cornetteria Cinque Stelle, che ha permesso di organizzare la nostra colazione, che spero abbiate gradito. Se quindi siete riusciti ad avere uno dei loro cornetti freschi, vi invito ad iscrivervi al loro gruppo Facebook, al fine di suggellare questa nostra partnership che potrà essere utile nei nostri eventi futuri.

Concludiamo poi questa carrellata di ringraziamenti, comprendendo chi ha voluto fare donazioni alla nostra associazione, anche solo partecipando alla nostra pesca a premi o alla nostra colazione; queste verranno reinvestite in eventi futuri e ci permetteranno di mantenere viva la nostra associazione.

Vorremmo invitarvi a comunicarci la vostra impressione, i vostri pareri sull’evento e i consigli che vorreste darci per migliorare. Ricordo quindi la nostra email: roma2lug_at_gmail.com, a cui potrete scrivere per inviare il vostro consiglio al fine di continuare ad organizzare eventi sempre migliori e piacevoli per ognuno di voi.

Chiudiamo tutti questi annunci comunicando che il nostro lavoro non è finito: organizzeremo nuovi eventi utili alla divulgazione di Linux e dell’Open source, quindi vi invitiamo a seguirci e a tenervi informati.

Stay tuned!