Tag Archives: Tor Vergata

Resoconto Linux Day 2015

Articoli, Eventi, Life logs Leave a reply

Ormai passate un paio di settimane dall’evento, eccoci nuovamente a tirare le somme di un trascorso Linux Day. Edizione romana 2015, anche quest’anno, il giorno Sabato 24 Ottobre, il Linux Day è stato ospitato presso l’Università di Roma Tor Vergata, da 4 anni luogo abituale per gli avventori dell’iniziativa. Il Roma2LUG, supportato questa volta dal LugRomaTre, è stato nuovamente promotore dell’evento ed ha permesso che anche gli appassionati della capitale e dintorni potessero festeggiare insieme questa speciale ricorrenza.

DSC_0015

La giornata è stata ricca di iniziative che hanno visto il coinvolgimento di utenti di tutte le età e con le più disparate conoscenze sugli argomenti vicini all’open source. Come in passato, all’inizio delle attività, abbiamo avuto il piacere di poter ascoltare un breve benvenuto del Prof. Salvatore Tucci, Direttore del dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica, che ormai da anni supporta le nostre iniziative e che ha voluto rinnovare questa fiducia, introducendo il pubblico del Linux Day all’evento.

Fiore all’occhiello di quest’anno è stato sicuramente il workshop su Linux Embedded. A seguito della collaborazione fra il Roma2LUG ed Epigenesys s.r.l., questi interventi tecnici sono nati con l’obiettivo di voler avvicinare un pubblico appartenente al mondo delle aziende, a volte estraneo a tali iniziative. Il workshop è stato introdotto dal prof. Marco Cesati, docente di Sistemi Operativi Open-Source, Embedded e Real-Time per il corso di studi di Ingegneria Informatica dell’Ateneo, che ha voluto dare un’introduzione ai sistemi embedded, alla loro importanza nella società e nel mondo aziendale ed al ruolo che Linux ricopre riguardo queste tematiche. Il resto del workshop ha avuto un carattere tecnico ed è proseguito con l’intervento di Federico Cosentino, membro del Roma2LUG, che ha voluto presentarci Buildroot, un tool che permette di creare e personalizzare a piacimento un sistema operativo Linux per la propria scheda.

DSC_0041 DSC_0096

Spesso utile per chi si trova a dover lavorare sui sistemi embedded,  il workshop è proseguito con una guida alla scrittura di un proprio driver per la scheda appena configurata; l’intervento tenuto dall’Ing. Emiliano Betti di Epigenesys s.r.l., ha permesso al pubblico di poter seguire passo dopo passo la scrittura di un vero e proprio device driver. Continuando a seguire il filo conduttore di questi interventi, il workshop si è concluso con l’esposizione di Pierpaolo Santucci, fra i primi membri fondatori del Roma2LUG e ora dipendente presso Epigenesys s.r.l., che ha voluto intraprendere l’argomento di debugging remoto del kernel tramite il tool kgdb.

DSC_0224 

Paralleli al workshop non sono mancati altri interventi, anche quest’anno con temi molto interessanti e variegati. Ad aprire le danze è stato Federico Capoano, membro del gruppo Ninux, che con il suo talk ha voluto analizzare la filosofia Unix con esempi pratici sui progetti Ninux e OpenWISP. Al suo intervento ha fatto seguito il talk di Elvis Angelaccio, studente e contributor per la community di KDE, uno sguardo sul noto Desktop Environment, sulla sua storia e sulle sue particolarità più e meno note, ma soprattutto sul come ognuno di noi possa contribuire a migliorarlo.

La mattinata è stata densa di iniziative tra le quali siamo lieti di poter elencare nuovamente la presenza del laboratorio Coderdojo. Già nostri ospiti lo scorso anno, i tutor hanno tenuto, fino alla pausa pranzo, un “dojo” dedicato ai più piccoli, ospitato all’interno del Laboratorio di Informatica della facoltà di Ingegneria, convertito completamente a Linux dal Roma2LUG ormai 2 anni fa. I bambini, supportati dai membri Coderdojo, hanno avuto modo di poter giocare ed imparare a sviluppare sull’IDE Scratch, speciale tool progettato dal MIT per avvicinare i più piccoli alla programmazione.

DSC_0062 DSC_0119

Durante la pausa pranzo non è potuto mancare il torneo di OpenArena che ha visto pubblico, relatori e membri organizzatori sfidarsi a colpi di laser per la gloria e l’onore ma soprattutto per i premi messi in palio.

DSC_0280

Nel pomeriggio abbiamo assistito ad una nuova ondata di talk che è iniziata con gli interventi di Eduardo Maçan, ospite d’oltre oceano, sulla storia della comunità brasiliana del software libero, e di Roberto Reale, sviluppatore passato quest’anno da pubblico a relatore del Linux Day, sulla storia e l’utilizzo di FUSE per la creazione di file system in user space. A loro hanno fatto seguito i talk di Francesco Uliana e David Rossi, sul Continuous Deployment  distribuito con Docker, e di Alessandro Selli, che, oltre a dedicarsi al banchetto masterizzazione, ha voluto parlarci del tool tcpotente strumento di controllo del traffico di rete, intervento portatoci direttamente dalla LinuxCon di Dublino. Hanno concluso la serie di talk i nostri affezionati Simone Onofri, che si è dedicato all’attacco ed alla difesa contro il Cross Site Scripting, e Simonluca Dettori, con una panoramica sulle soluzioni Linux per una più sicura gestione dei dati.

DSC_0286 DSC_0181

Il laboratorio di Informatica quest’anno è stato al centro di molte attività. Il pomeriggio infatti sempre su questi PC ha avuto luogo la simulazione delle Olimpiadi dell’Informatica. Grazie al supporto del prof. Luigi Laura, membro del comitato olimpico, sono stati preparati degli appositi questionari con problemi tipici a cui sono sottoposte le squadre di ragazzi che vi partecipano. Gli avventori hanno quindi potuto sperimentare come queste gare siano strutturate, ma anche come funzionino i software utilizzati, open source e da poco tempo ospitati su sistemi operativi Linux.

DSC_0342

Come ogni anno non sono potute mancare le iniziative di divulgazione e supporto. Nel corso dell’intera giornata è stato attivo il servizio di assistenza e installazione che, accompagnato dal banchetto masterizzazioni sopra citato, ha permesso di avvicinare nuove persone a Linux o di aiutare chi già ne è un utilizzatore ma ha trovato alcune difficoltà. Sono inoltre stati allestiti degli speciali PC che hanno permesso da un lato di poter dare uno sguardo più da vicino ad un sistema Linux e dall’altro di intrattenere grandi e piccoli con videogiochi open source. Ringraziamo poi Germano Masullo, che da Fedora Ambassador ha potuto allestire un banchetto dedicato a questa distribuzione ed ha messo a disposizione del pubblico DVD del sistema operativo.

DSC_0069 DSC_0081

Con un evento cosi ricco di attività non si può che ritenersi soddisfatti dei risultati ottenuti. Anche quest’anno abbiamo registrato un buon numero di visitatori, intorno ai 200, che ci hanno fatto compagnia nel corso dell’intera giornata. Poter vedere cosi tante persone interessate alle tematiche proposte dal nostro Linux Day non può farci che piacere e ci spinge a continuare su questa strada, cercando sempre di offrire delle buone iniziative a chi ci supporta. Un ringraziamento va sicuramente ai relatori che come sempre rendono ricca questa giornata, ai proff. Cesati, Tucci e Laura che appoggiano le nostre iniziative e il cui supporto ci spinge sempre a dare il massimo, ad Epigenesys s.r.l. che ci ha affiancato e supportato in questa organizzazione, a chi ha partecipato all’evento con banchetti e laboratori, al Roma2LUG che ha dimostrato nuovamente di poter affrontare questa sfida ed al LugRomaTre, a cui auguriamo di poter continuare a crescere ed in futuro essere alle prese in prima linea con l’organizzazione del Linux Day. Concludiamo come giusto che sia con il ringraziare il pubblico di questo Linux Day che ci permette con la sua partecipazione di continuare a dedicarci con uno spirito sempre rinnovato alle nostre passioni.

Con questo concludiamo il resoconto. Ricordiamo a tutti che il materiale dell’evento è disponibile al link http://lug.uniroma2.it/ld15/slide-talk/, dove nei prossimi giorni sarà reso fruibile anche il video del workshop su Linux Embedded. Per altre informazioni sulla giornata invitiamo a visitare il sito dedicato ed a continuare a leggere la nostra pagina Web per tenersi aggiornati su attività future. Per il resto grazie ancora da tutto il Roma2LUG ed al prossimo Linux Day!

Questo Sabato 25 Ottobre il Roma2LUG ha avuto il piacere di essere in prima fila nell’organizzazione del Linux Day 2014 di Roma. Evento molto sentito dalla comunità italiana, è stato per il terzo anno organizzato dal nostro LUG, attualmente unico Linux User Group attivo sul territorio romano, ed ospitato all’interno dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

Continue reading

Roma2Lug Incontra – 29 Maggio Itis G. Vallauri

Articoli, Eventi Leave a reply

Il 29 Maggio ha avuto luogo il secondo evento d’incontro con le scuole superiori promosso dalla nostra associazione e dal dipartimento d’Ingegneria Informatica e Civile di Roma Tor Vergata, DICII.

Roma2lug incontra ancora

Alcune fra le eccellenze dell’istituto G. Vallauri di Velletri, delle classi 3°, 4° e 5°, e 2 dei loro professori si sono recati presso la nostra Università per assistere all’iniziativa di divulgazione dei sistemi open source. 

Il programma dell’evento è stato del tutto analogo a quello del 2 aprile.

Alle ore 10 e 30 studenti e professori dell’istituto sono stati accolti da Andrea Mercanti e Giulia Cassara’ e fatti accomodare in Aula Leonardo, dove è seguita un’introduzione all’evento da parte prima del professor Salvatore Tucci, direttore del DICII, e dopo del professor Vincenzo Grassi, coordinatore del Corso di Studi di Ingegneria Informatica; entrambi hanno accolto professori e studenti con un discorso introduttivo, sottolineando l’importanza dei temi trattati durante la giornata e di quanto questi siano centrali per i corsi di Ingegneria del dipartimento, ribadendo quindi il loro appoggio all’iniziativa come affermato già da loro più volte affermato:

DSC_4755

Che l’informatica stia cambiando il nostro modo di rapportarci con il mondo, di gestire le nostre attività e le relazioni con gli altri è ormai quasi un luogo comune che forse non vale nemmeno la pena sottolineare: è una rivoluzione che sta avvenendo sotto i nostri occhi e che non è ancora terminata, e della quale non è del tutto chiaro e possibile prevedere in quale direzione evolverà.
Di questa rivoluzione è bene non essere spettatori passivi, ma parte attiva, per poter avere voce in capitolo. Per questo ci piacciono i sistemi informatici “aperti” come l’ecosistema GNU/Linux di cui i ragazzi del Roma2LUG si fanno promotori e ambasciatori, perché sono uno degli strumenti che aiutano ad avere un ruolo di protagonista in questo cambiamento.  E formare protagonisti e non spettatori della rivoluzione informatica è l’obiettivo principale del nostro corso di laurea, siamo quindi molto felici di poter supportare l’attività dei ragazzi del Roma2LUG, ai quali va comunque tutto il merito di queste iniziative.
 [Prof. V. Grassi – Articolo]

DSC_4769

In seguito uno dei membri fondatori del LUG, Daniele De Angelis, è intervenuto per ringraziare gli studenti e i professori per la loro presenza, il DICII e i nostri professori per il loro sostegno alla nostra iniziativa. Concludendo, ha introdotto  il primo talk della giornata, Why Linux, tenuto da Emanuele Savo e Alessio Biancalana, riguardante la divulgazione dei sistemi GNU/Linux ed avente lo scopo di sottolineare la presenza diretta e indiretta di questi sistemi nella vita di tutti i giorni. I relatori hanno dato, insieme ad un po’ di storia e di curiosità, una carrellata di esempi riguardanti la presenza di Linux nel business  e nelle amministrazioni.

why linux

Al termine del talk la professoressa Valeria Cardellini, docente del corso di Cloud Computing e Sistemi Distribuiti, è intervenuta dando una breve introduzione al corso di laurea in Ingegneria Informatica e sugli sbocchi professionali che potrebbero seguire dopo una laurea in queste discipline. Dopo una breve introduzione, Daniele de Angelis ha dato il via al secondo intervento della giornata: Raspberry Pi (pt. 1, 2, 3) riguardante l’omonima scheda elettronica di tipologia SOC e ritenuta, secondo noi, un ottimo esempio di coesistenza di tecnologie open source, sia software che hardware; il talk è stato tenuto da 2 dei membri fondatori del LUG, Federico Cosentino e Gabriele Giagnoli.

Come nell’evento precedente, è stato effettuato un primo setup della scheda, con l’installazione di un sistema operativo GNU/Linux, e sono state date alcune spiegazioni basilari su strumenti utili per la trattazione successiva. In questa occasione, a differenza del primo evento, è stata vista in modo più approfondito la parte elettronica della Raspberry Pi; Federico ha quindi introdotto alcune basi di scripting Bash e di protocolli di comunicazione seriale, al fine di poter gestire tramite la scheda apparecchiature esterne, nel caso specifico una ventola di raffreddamento per la Raspberry Pi stessa: PiCoolFan. Gabriele ha poi concluso il talk, con l’installazione dell’ormai noto tool XBMC, dimostrando come la Raspberry Pi possa fungere da efficiente media center.

 bomber Consentino

Alla fine del secondo talk è arrivato, anche in questa occasione, il momento dei test: 10 domande a risposta multipla con testi diversi, generati da un nostro codice, per ogni partecipante e lo studente col miglior risultato avrebbe vinto una Raspberry Pi! Questa volta è stato inaspettatamente raggiunto un pareggio, infatti 2 studenti hanno preso la votazione di 9/10, per cui è stato necessario effettuare uno spareggio tramite una domanda a risposta aperta ad entrambi, che ha decretato un unico vincitore, Davide Sganga, studente di Informatica del 4° anno.

Winner 2

Anche in questa occasione il gruppo al completo può ritenersi soddisfatto dell’iniziativa, portando a casa nuovamente un ottimo risultato, frutto dello sforzo di tutti quanti: includiamo quindi l’apporto dato da Cristina Zucchiatti per le foto e di Stefano Di Francescangelo per il mixer. Questo non permetterà comunque all’associazione di adagiarsi sugli allori: è infatti in previsione la ripetizione dell’evento per il prossimo anno scolastico, con la probabile aggiunta di un form di iscrizione, dedicato alle scuole, al fine di rendere più snella e veloce l’organizzazione di questi eventi. Questo sarà uno delle possibili novità degli eventi Roma2LUG Incontra, sperando che questi possano diventare presto una buona abitudine.

In conclusione : Good Job ROMA2LUG!

DSC_5034

Roma2LUG Incontra – 2 Aprile, IIS Enzo Ferrari

Eventi, Life logs 2 Replies

Lo scorso 2 Aprile ha avuto luogo il primo evento, promosso dal Roma2LUG con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica (DICII) dell’Università di Roma Tor Vergata, “Roma2LUG Incontra”.

Circa 50 studenti dell’istituto Enzo Ferrari di Roma, classi 3°, 4° e 5°, e 3 dei loro professori si sono recati presso la nostra Università per assistere a delle lezioni con argomento principale i sistemi operativi GNU/Linux.

DSC_4490

Alle ore 10.30, dopo una nostra accoglienza, gli studenti si sono potuti accomodare in Aula Leonardo, dove a seguito di una breve introduzione del nostro collega Pierpaolo Santucci, hanno potuto ricevere il saluto del Presidente del Corso di Studi di Ingegneria Informatica, Vincenzo Grassi.

DSC_4493 DSC_4500

A seguire si è subito entrati nel vivo della giornata, assistendo al talk preparato da Daniele De Angelis e Alessio Biancalana, “Why Linux!?”. Lo speech, di carattere generale e divulgativo, ha voluto mostrare agli studenti perché sia effettivamente importante anche solo la conoscenza dell’esistenza dei sistemi GNU/Linux. Con una carrellata di esempi e di casi noti dell’applicazione dei SO GNU/Linux si è voluto sottolineare come nella vita di tutti i giorni, seppure indirettamente, ognuno di noi utilizza sistemi open source.

DSC_4503

Dopo questa introduzione ha preso la parola il professor Marco Cesati, ricercatore dell’Università e professore dei corsi dedicati ai Sistemi Operativi e Sistemi Embedded.

DSC_4527

Al suo intervento è seguito il secondo talk preparato dagli studenti del Roma2LUG, dedicato al single-board computer Raspberry Pi, preparato da Stefano Di Francescangelo e Gabriele Giagnoli. Diviso in due fasi, lo speech ha prima dato un infarinatura sui sistemi GNU/Linux, mostrando i comandi base da conoscere per un primo approccio alla command line, e dando alcuni concetti (es. reti di calcolatori, ssh, etc…) utili per la seconda parte del talk; questa seconda parte infatti, ha avuto un carattere più pratico, mostrando alla platea come a partire da una Raspberry Pi senza alcun sistema operativo, si possa configurare un media center fatto in casa e completamente gestibile da remoto.

DSC_4535

Il single-board computer Raspberry Pi è a nostro parere un elemento caratteristico del mondo dei sistemi operativi GNU/Linux. Nato da un progetto open source dell’Università di Cambridge, ha dimostrato come con pochissimi soldi si possa avere un piccolo computer adatto a moltissime applicazioni; proprio per questo motivo sin da subito il progetto ha avuto il pieno supporto della comunità. Attualmente poi il mondo dei sistemi informatici ha acceso molto l’interesse verso questi sistemi essenziali, rendendo sempre più reale l’idea di “Internet of Things”: ogni dispositivo, grazie a questi sistemi informatici economici e di piccole dimensioni, sarà in un futuro molto prossimo parte effettiva della rete globale.

La giornata non si è conclusa qui! Infatti agli studenti è stato sottoposto un test a risposta multipla riguardante i talk appena seguiti. La prova è stata ideata principalmente per scopi statistici, al fine di verificare quanto effettivamente le nuove generazioni siano affezionate ed appassionate ai temi trattati durante la giornata; si è voluto inoltre solleticare l’attenzione della platea, ponendo in palio, per il miglior test, lo stesso dispositivo Raspberry Pi utiizzato durante la presentazione, sperando che in seguito a questa giornata il vincitore, ma anche tutti coloro che abbiano partecipato, possano continuare a sperimentare personalmente, aumentando il proprio bagaglio culturale in vista di una prossima carriera universitaria o esperienza lavorativa. Questi test, le cui domande sono state ideate dai componenti del LUG, sono stati generati in maniera casuale dal pool di domande, grazie all’applicativo creato da Giulio Picierro (Shuffler).

Mentre i loro test venivano corretti, gli studenti sono stati salutati dal professor Salvatore Tucci, preside del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica, che ha dato degna chiusura alla giornata, promuovendo l’evento e spiegando perché queste giornate di studenti che insegnano a studenti siano fondamentali, soprattutto in campi come l’Informatica, dove spesso l’utilizzo delle nuove tecnologie è necessario per comprendere queste approfonditamente. Al termine della correzione è stato individuato il test con punteggio maggiore, 9 su 10, il cui autore, Lorenzo Serafini, ha potuto ricevere come premio la Raspberry Pi impostata durante i talk. Nel complesso comunque la piccola prova ha avuto esiti nettamente positivi, con un’ottima media per il tipo di domande poste.

DSC_4604 DSC_4613

Le considerazioni del LUG, al termine di questo evento sono state molto positive. Gli studenti hanno avuto modo di muovere qualche passo verso l’Università, colmando almeno minimamente il gap fra le scuole secondarie e gli studi universitari; si sono inoltre dimostrati estremamente partecipi, attenti ed interessati agli argomenti trattati in questo evento.

Ringraziando quindi tutti coloro che hanno partecipato, con una particolare attenzione ai professori intervenuti e al Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica, speriamo che questo evento sia il primo di una lunga e positiva serie.

DSC_4615

Lezione su Buffer Overflow di Giulio Picierro

Articoli, Documentazione, Eventi Leave a reply

Qualche giorno fa, Giulio, nuovo componente del LUG, ha avuto la possibilità di tenere una lezione nella nostra università, sul Buffer Overflow nella programmazione software e come questo possa comportare problemi di sicurezza.

A fine divulgativo, pubblichiamo sul sito il suo materiale della lezione accompagnato da qualche suo appunto 🙂 Buona lettura!

Download

In un mondo in cui tutti siamo connessi con tutti e tutti cominciano a conservare i propri dati su Internet, la sicurezza informatica è sicuramente uno dei temi sentiti maggiormente, basti pensare al caso eclatante dell’NSA, la National Security Agency americana che ha destato scandalo in tutto il mondo per via di intercettazioni e spionaggio non solo di privati ma anche di industrie e capi di stato stranieri.

Mentre nella nostra università sono presenti 2-3 corsi dedicati interamente alla sicurezza di internet e più in generale delle reti, dalla crittografia antica a quella moderna, a mio parere si fa sentire la mancanza di un corso di sicurezza del software, che insegni come sviluppare codice sicuro, o che quantomeno possa illustrare quali siano stati gli errori del passato e come evitarli in futuro.

Proprio la scorsa settimana mi è stata data l’occasione di trattare un argomento, quello del buffer overflow, al corso di Fondamenti di Informatica tenuto dall’Ingegner Lorenzo Bracciale per le classi del primo anno di Ingegneria Elettronica e Ingegneria delle Tecnologie di Internet.

La lezione ha voluto mostrare come sia possibile sfruttare una possibile vulnerabilità derivante dal buffer overflow per eseguire codice arbitrario.

Allego le slides proiettate a lezione e il codice relativo, se trovate errori o inesattezze vi prego di comunicarmelo in maniera che vengano corretti. Sono ben accetti commenti e/o critiche.

Colgo l’occasione per ringraziare Lorenzo Bracciale per l’opportunità che mi ha dato di tenere una (anzi due) lezione all’università, che non è cosa di tutti i giorni per me.

Ringrazio inoltre tutti coloro che mi sono stati vicino e mi hanno sopportato durante questa esperienza.

Giulio

Nuovo sistema di prenotazione per assistenza

Comunicazioni Leave a reply

Come si dice “Anno nuovo, vita nuova!“. E siccome in un LUG un anno può essere considerato come il periodo di tempo fra un Linux Day ed un altro, abbiamo deciso di rispettare il detto introducendo alcune novità.

Essendo aumentata la richiesta di assistenza che il nostro LUG riceve, abbiamo deciso, onde evitare ingolfamenti e disservizi dati dall’eccessiva mole di lavoro, di organizzare un tipo di assistenza basata su prenotazioni. In poche parole, abbiamo preparato un modulo di prenotazione, raggiungibile su questo sito alla sezione “Prenotazione assistenza“, in cui, fornendoci pochi dati come nome, email, richiesta assistenza e volendo anche qualche data preferita, saremo in grado di schedulare il nostro intervento nel modo più celere e organizzato possibile.

In conclusione insomma: hai bisogno di un’installazione? Correzione di un problema? Oppure semplicemente di una copia fisica della tua distribuzione preferita? Prenotati e ti daremo un appuntamento nel più breve tempo possibile.

Spero che questo risulti utile a tutti quanti e che permetta quindi un miglioramento dei nostri servizi. Non mancate comunque di farci avere dei feedback, qualora ce ne sia bisogno!